Archivio dell'autore: admin

Prima prova di italiano: ecco le possibili tracce

Il grande giorno sta per arrivare e, di sicuro, in questa era fatta di internet e di smartphone tutti i maturandi saranno alla ricerca di possibili indicazioni su quelle che potrebbero essere le tracce della prova di italiano. Questo dovrebbe, in qualche modo, servire ad arrivare più o meno preparati alla fatidica data di mercoledì 17 giugno 2015, giorno in cui si scoprirà se i suggerimenti dati dalla rete sono stati o no validi. Ma quali sono le tracce che circolano online? Una delle tracce più quotate riguarda l’Expo che proprio in questi giorni si sta svolgendo a Milano e che vede il nostro Paese protagonista indiscusso del panorama mondiale. Altra possibilità molto accreditata è quella di un tema sull’ISIS, altro argomento di scottante attualità, che si potrebbe anche legare al tema generale del terrorismo internazionale permettendo, quindi, anche degli excursus molto importanti. Queste due tracce non permettono errori: si deve necessariamente essere informati in merito, senza possibilità di essere troppo vaghi. Ma di solito, accanto ai temi di attualità, ci sono anche le tracce letterarie e quelle storiche. Vediamo, quindi, quali potrebbero essere gli autori, i poeti e i grandi scrittori che potrebbero uscire in questa maturità 2015. Il primo grande nome che si fa è quello di Dante Alighieri, sommo poeta italiano e autore di un capolavoro senza tempo come la Divina Commedia. Potrebbe essere proprio l’analisi dell’opera in questione a far tremare gli studenti, ma non è l’unica voce di corridoio perché anche quest’anno, come sempre, è partito un toto autore che vede in lizza anche un altro gigante della letteratura italiana, ossia Pier Paolo Pasolini: quest’anno ricorre il 40esimo della sua morte e potrebbe essere un valido modo per omaggiarlo. Tuttavia non finisce qui, perché si parla anche di un possibile tema sulla figura di Giovanni Paolo II, il Papa amato da tutti e morto esattamente 10 anni fa. Si potrebbe, quindi, chiedere agli studenti di profilarne la personalità, l’operato, il rapporto con i fedeli e così via. Per quel che concerne, invece, i temi storici, che solitamente sono quelli che maggiormente preoccupano i ragazzi, si potrebbe dover parlare o della Liberazione d’Italia, dato che sono passati 70 anni, o di Malcom X, per celebrare il 50 esimo anniversario della morte. Come si può notare, di spunti ce ne sono tanti, anche se per avere la certezza di quello che effettivamente sarà si dovrà attendere l’inizio dello svolgimento dei temi, mercoledì 17 giugno. Una data che molti studenti aspettano con ansia e altri con terrore, ma, in ogni caso, un traguardo importante che segna la vita di tutti. La porta di ingresso verso il mondo del lavoro o verso il mondo universitario.

Cosmofarma 2015: FarmaciaRisponde.it tra le startup selezionate

Il mondo della farmacia è in piena evoluzione, così come sottolinea Giovanni Borroni, Ceo di Wellcare, agenzia di comunicazione e marketing del settore che ha organizzato un evento che, oramai, è una solida realtà. Stiamo parlando di Cosmofarma, che anche quest’anno andrà in scena per premiare quelle che sono le migliori startup nel campo della farmacia e di tutto quello che concerne salute e benessere in generale. Tra le startup selezionate per questo 2015 c’è anche FarmaciaRisponde.it, una bella e interessante community nata dall’idea di Ariaperta, guidata dall’intuizione di Giuseppe Piro, che gestisce egregiamente centinaia di siti e blog multisettoriali. Dato che il Cosmofarma Startup Village si propone come vera e propria vetrina dove mettere in mostra competenze e creatività, la scelta di FarmaciaRisponde.it non stupisce neppure un po’ dato che si tratta di una delle maggiori community italiane del settore. Essa, infatti, si pone in primis al servizio del cliente, per poi cercare di farlo interagire al meglio con le farmacie e i brand farmaceutici stessi. In poche parole, grazie a FarmaciaRisponde.it si può usufruire di un servizio che mancava e del quale si sentiva il bisogno. Capita, infatti, molto spesso che si perda tempo prezioso a cercare dei prodotti non presenti in una farmacia: a questo punto interviene FarmaciaRisponde.it che si prefigge l’ambizioso compito di mettere in comunicazione il cliente con la farmacia. In che modo? Si digita la domanda, si individua il prodotto e, allo stesso tempo, anche la farmacia più vicina al luogo in cui ci si trova dove è possibile reperirlo. In questo modo, è facile sia trovare ciò che si cerca senza perdite di tempo, sia avere un primo contatto con il farmacista che è già preparato in merito alla richiesta. Si deve anche sottolineare che, oltre a salvare il tempo dell’utente finale, questa community permette anche alle farmacie e ai brand farmaceutici di farsi conoscere. Ne guadagnano tutti, in poche parole e questa è una cosa fondamentale. L’ambizioso progetto che questa startup si prefigge di portare avanti è quello di convincere tutte le realtà che coinvolgono farmacie più o meno grandi a mettersi in rete in modo da dare all’utente finale un servizio completo al 100%. Inoltre, si punta anche alla creazione di veri e propri blog, tenuti direttamente dai farmacisti che dovrebbero trattare diversi argomenti di importanza rilevante con professionalità, mettendo a disposizione di tutti le proprie conoscenze. Si tratta, quindi, di un servizio che incarna a pieno la mission che si propone l’evento in questione. Cosmofarma, infatti, desidera portare l’innovazione e il futuro nel presente e FarmaciaRisponde.it ha tutte le carte in regola per farlo.

 

Le Università Italiane

La scelta dell’università è sempre un processo difficile specialmente negli ultimi anni con l’apertura di numerosi corsi nelle varie città italiane.

In ogni famiglia però il primo vero problema d’affrontare non è tanto la scelta di un corso o di un altro, mala possibilità di mandare il proprio figlio/a studiare fuori, visto gli affitti così alti.

Tuttavia con una buona ricerca sia su internet che sul cartaceo oggi è possibile trovare numerose occasioni per gli affitti per studenti universitari.

Una volta che si è trovata la giusta abitazione con un ottimo rapporto qualità/prezzo è necessario informarsi su un altro tipo di qualità: quello dell’Ateno in cui si vuole andare a studiare.

L’Università Italiana negli ultimi anni non è riuscita a stare a passo con le grandi università estere, come i College americani o quelle Inglesi; tuttavia non va dimenticato che abbiamo una lunga tradizione alle spalle e che molti Atenei ci possono garantire un’ottima preparazione anche per far affacciare i nostri figli anche  in campo internazionale.

 

L’Italia divide gli Atenei in cinque sottogruppi, dove rientrano le varie università in base agli iscritti all’anno:

 

  • Mega: atenei che hanno oltre 40.000 iscritti;
  • Grandi: atenei che annoverano tra i 20.000 e i 40.000 iscritti;
  • Medi: atenei che contano tra i 10.000 e i 20.000 studenti;
  • Piccoli: atenei che non superano i 10.000 iscritti l’anno;
  • Infine abbiamo i Politecnici.

 

All’interno di questi sottogruppi troviamo una classifica generale di tutti i principali Atenei Italiani che offrono i migliori servizi agli studenti che intraprendono il percorso universitario. Cerchiamo di vedere i primi cinque di ogni gruppo.

Per quanto riguarda i Mega Atenei abbiamo:

 

  1. Bologna;
  2. Padova;
  3. Firenze;
  4. Torino
  5. Pisa.

 

Nei Grandi Atenei si collocano invece:

 

  1. Perugia;
  2. Pavia;
  3. Salento;
  4. Calabria;
  5. Parma.

Nei Medi Atenei invece sono i seguenti:

 

  1. Siena;
  2. Trento;
  3. Trieste
  4. ;
  5. Modena e Reggio Emilia;
  6. Sassari.

 

Nei Piccoli Atenei:

 

  1. Camerino;
  2. Teramo;
  3. Basilicata;
  4. Tuscia;
  5. Piemonte Orientale.

 

I politecnici che vengono presi in considerazione invece sono solo quattro:

 

  1. Milano;
  2. Torino;
  3. Venezia IUAV;
  4. Bari.

 

Questa è la classifica aggiornata per quanto riguarda le prime cinque posizioni. Naturalmente ogni studente e famiglia deciderà quale sia meglio in base alle proprie esigenze sia economiche sia di lontananza, poiché un figlio/a che si allontana da casa per tornare poche volte all’anno è sempre una “perdita” per la famiglia stessa.

 

La comunicazione si sposta sul web

Internet ha rivoluzionato non solo il modo di vivere dei cittadini ma anche il modo di lavorare delle aziende. Le imprese infatti si sono dovute adeguare ai cambiamenti imposti dal web e per questo motivo sono nate nuove figure professionali con le vecchie che sono state costrette ad imparare in fretta queste modifiche.

Come si scrive su Internet?
Quando si parla di rivoluzione del web, il primo pensiero corre ai social network. I canali media infatti hanno cambiato radicalmente il modo di pensare delle aziende, che hanno costruito delle strategie marketing che potessero sfruttare la potenza di questi nuovi mezzi di comunicazione, che hanno un grande vantaggio, ossia quello di raggiungere migliaia di utenti in pochissimi secondi. Ma se sui social network lo stile di comunicazione deve essere di un certo tipo, ossia incentrato su capacità persuasiva e di coinvolgimento dell’utente, ecco invece che sul sito web lo stile deve rispettare tutta una serie di regole che rientrano nel discorso dell’ottimizzazione SEO. Concetti come parole chiave, sinonimi, tag header e lunghezza del testo sono capisaldi di qualsiasi progetto che nasce su Internet. Scrivere un pezzo su Internet ha delle regole totalmente diverse, questo perchè bisogna andare incontro agli algoritmi di Google, il che implica un determinato posizionamento di ogni variabile poc’anzi elencata.

Comunicare sul web: le soluzioni
Il modo totalmente cambiato di fare comunicazione va ad influire sui risultati delle aziende stesse: un’errata strategia marketing può comportare gravi danni per l’immagine e per i profitti dell’imprese. Sulla creazione di siti web a Roma e sulla gestione dei profili social media, molte aziende hanno infatti deciso di affidarsi a professionisti del settore o ad agenzie di comunicazione che sanno come usare correttamente Internet per sfruttarlo a pieno. D’altronde, le nuove dinamiche odierne costringono ad avere una presenza costante sul web e non sfruttare le potenzialità di Internet risulta grave sotto tutti i punti di vista. Il discorso è ancora di più accentuato se l’azienda ha uno store on line, con la possibilità di offrire prodotti in acquisto tramite il web. In questo caso, bisogna sapere che per costruire siti vetrina o portali e-commerce ci sono delle strategie completamente diverse che sono decise a monte dall’agenzia di comunicazione chiamata a questo scopo.