Le Università Italiane

La scelta dell’università è sempre un processo difficile specialmente negli ultimi anni con l’apertura di numerosi corsi nelle varie città italiane.

In ogni famiglia però il primo vero problema d’affrontare non è tanto la scelta di un corso o di un altro, mala possibilità di mandare il proprio figlio/a studiare fuori, visto gli affitti così alti.

Tuttavia con una buona ricerca sia su internet che sul cartaceo oggi è possibile trovare numerose occasioni per gli affitti per studenti universitari.

Una volta che si è trovata la giusta abitazione con un ottimo rapporto qualità/prezzo è necessario informarsi su un altro tipo di qualità: quello dell’Ateno in cui si vuole andare a studiare.

L’Università Italiana negli ultimi anni non è riuscita a stare a passo con le grandi università estere, come i College americani o quelle Inglesi; tuttavia non va dimenticato che abbiamo una lunga tradizione alle spalle e che molti Atenei ci possono garantire un’ottima preparazione anche per far affacciare i nostri figli anche  in campo internazionale.

 

L’Italia divide gli Atenei in cinque sottogruppi, dove rientrano le varie università in base agli iscritti all’anno:

 

  • Mega: atenei che hanno oltre 40.000 iscritti;
  • Grandi: atenei che annoverano tra i 20.000 e i 40.000 iscritti;
  • Medi: atenei che contano tra i 10.000 e i 20.000 studenti;
  • Piccoli: atenei che non superano i 10.000 iscritti l’anno;
  • Infine abbiamo i Politecnici.

 

All’interno di questi sottogruppi troviamo una classifica generale di tutti i principali Atenei Italiani che offrono i migliori servizi agli studenti che intraprendono il percorso universitario. Cerchiamo di vedere i primi cinque di ogni gruppo.

Per quanto riguarda i Mega Atenei abbiamo:

 

  1. Bologna;
  2. Padova;
  3. Firenze;
  4. Torino
  5. Pisa.

 

Nei Grandi Atenei si collocano invece:

 

  1. Perugia;
  2. Pavia;
  3. Salento;
  4. Calabria;
  5. Parma.

Nei Medi Atenei invece sono i seguenti:

 

  1. Siena;
  2. Trento;
  3. Trieste
  4. ;
  5. Modena e Reggio Emilia;
  6. Sassari.

 

Nei Piccoli Atenei:

 

  1. Camerino;
  2. Teramo;
  3. Basilicata;
  4. Tuscia;
  5. Piemonte Orientale.

 

I politecnici che vengono presi in considerazione invece sono solo quattro:

 

  1. Milano;
  2. Torino;
  3. Venezia IUAV;
  4. Bari.

 

Questa è la classifica aggiornata per quanto riguarda le prime cinque posizioni. Naturalmente ogni studente e famiglia deciderà quale sia meglio in base alle proprie esigenze sia economiche sia di lontananza, poiché un figlio/a che si allontana da casa per tornare poche volte all’anno è sempre una “perdita” per la famiglia stessa.

 

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *